Tabulario /

MUTAZIONI IN CORSO

MUTAZIONI IN CORSO

03 Novembre 2022 Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
share
I cyborg conservatori vincenti stanno determinando la mutazione in corso. Ognuno di noi è testimone e parte in causa, invischiato fino al collo, meglio fino ai neuroni. La cosa genera angoscia ma pochi hanno il tempo o il coraggio di guardarsi indietro per valutare la strada percorsa e, attraversandola, cosa sia effettivamente successo. L’angoscia è così grande che non ci si interroga sulla destinazione a cui la strada percorsa potrebbe portare e neppure se ce ne sia una.

Ci si trova così in mezzo al guado! 

Come in ogni epoca di cambiamento si vive l’euforia della presenza e l’esaltazione di ciò che capita di sperimentare, insieme alla insicurezza e alle insidie che sempre accompagnano fasi di rottura e grandi trasformazioni. Molti percepiscono che il cambiamento avviene in modo silenzioso, sottoterra o sotto traccia, che ciò che è visibile non è necessariamente vero o importante, che ciò che viene raccontato è spesso una semplice cortina fumogena. Quando si dirada la narrazione si svela per quella che è, falsa, non veritiera, irreale. 

La realtà conformistica del momento è testimonianza concreta di una indifferenza sociale e politica che si regge sulla accettazione afasica, cinica e apolitica di un dominio quotidiano che impone come verità oggettiva una serie di copioni che hanno a che fare più con le sceneggiature teatrali che con il racconto della realtà. 

Il tutto si traduce dentro l’immersione in una palude paludosa impraticabile nella quale ognuno è alla ricerca di un suo ruolo e una sua parte nello spettacolo che coinvolge i più. Ma non tutti sono moltitudine, non tutti si muovono come massa, alcuni sono diversi, estranei, devianti, mutanti, cyborg a modo loro. Sono pochi, tutti alla ricerca di una loro identità e alterità, non sono in cerca di visibilità e gratificazioni da MiPiace, amano agire nei sotterranei, sottoterra, lontani dalle rappresentazioni artificiali imposte dallo storytelling vincente. 

Più che gli storyteller a cui le piattaforme tecnologiche ci hanno abituato, sono questi pochi a determinare gli scenari futuri e a farli emergere come futuri possibili, di liberazione ed emancipazione. Lo fanno anche con linguaggi e parole differenti, diversi, capaci di guidare e dare corpo a comportamenti diversi, altri, in grado di sostenere la rifondazione di un nuovo soggetto capace di liberarsi dai condizionamenti a cui oggi è costantemente sottoposto.

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Francesco De Simone

Mobile Developer Android/iOS Freelance !

Vai al profilo

Ciano

-- Senior Web & IOS Innovator, developer --

Vai al profilo

Michael Rovesti

Mi chiamo Michael Rovesti sono un developer alle prime armi di Reggio Emilia questa è la...

Vai al profilo

Simplicissimus Book Farm srl

Simplicissimus Book Farm nasce nel giugno 2006, alla fine di una vera e propria indagine...

Vai al profilo