L'Arte Col Tempo Rana /

ART-icolo 5: Stessi Costi! All’Iperrealismo paghi 1 e prendi Uno!

ART-icolo 5: Stessi Costi! All’Iperrealismo paghi 1 e prendi Uno!

16 Giugno 2014 Walter Coda
Walter Coda
Walter Coda
share
Affrettatevi! Un’offerta straordinEria! Né sconti né ribassi! Tutto è uguale all’originale! Se avete bisogno di una scultura identica al vostro vicino di casa, di un olio su tela “preciso preciso” all’idolo del tubo catodico o del tubo del tu, questa è l’occasione giusta! L’Iperrealismo è per chi non vuole sognare, ma vuole osservare gente comune nel mondo dell’Arte!
Promozione valida dagli Anni Settanta fino al Terzo Millennio.

Siamo pronti? Prendiamo il nostro portafoglio e facciamo la spesa. Inseriamo l’Euro o la 500 lire nel carrello e riempiamoci di buste. Più o meno come le sculture in resina, fibra e accessori vari di Duane Hanson, l’americano tra i più conosciuti esponenti delle correnti artistiche contemporanee del paese a stelle e strisce.

Contemporanee? Ho scritto bene? Mi pare che il blog si chiami “L’Arte Col Tempo Rana”, mix di cose vere e riflessioni di un professore intermittente. Bisogna verificare. Mmm, c’è qualcosa che non va. Anzi MMMBop, come ci deliziavano i 3 biondi fratelli nel 1997, vincitori persino nella categoria miglior canzone agli MTV Europe Music Awards dello stesso anno e, come da loro stessi affermato, increduli di aver tirato giù frasi e musica del brano con un sottofondo vocale. Lo definirei un suono che ricorda le chewing-gum e i giochi estivi degli oratori. Il loro cognome? Hanson! Logico, no?

Ok, ritorniamo al quotidiano e al supermarket. L’Iperrealismo ha tanto da chiedere alla Pop Art quanto da distaccarsi per elaborati artistici e intenzioni finali. La tecnica è fin troppo dettagliata, così talmente minuziosa e particolareggiata da lasciare freddi, distaccati, razionali gli spettatori alle mostre su tutto il territorio terrestre. Ma potrebbe essere interessante pensare a soluzioni al momento assurde: se, come suggerisce Elon Musk, il sudafricano dalle mille idee imprenditoriali e una botte - di soldi - dovessimo riuscire a portare vita su Marte, i primi astronauti potrebbero essere sostituiti con sculture iperrealiste e lasciate lì per capire come la civiltà aliena autoctona si rapporti con gli esseri umani dai mille colori e razze. E se dovessimo arrivare su 2012 VP113? Ma daaaiii! Io abooorro! Andiamo tutti a tane (puah)!

Keep Calm and Walter Coda.

L’industria miliardaria Arte e le relative Accademie hanno distribuito nel tempo un senso di sensibilità insensata. Spetta a noi scegliere e decidere se accettare o meno. Che siano nude, sexy e a grandezza naturale, vestite, antropomorfe e sintetiche, intere, parziali o colossali, le opere iperrealiste restituiscono quella sensazione di “tutti i giorni” che aleggia su di noi come una nuvola che non fa un temporale, ma non crea il sereno invariabile. Duane Hanson annienta i valori umani con una indifferenza che farebbe invidia al gatto domestico. E se la scultura ha un ruolo casereccio, la pittura in questo periodo anticipa di gran lunga la fase digitale. Il Grande Autoritratto di Chuck Close certifica che la macchina fotografica ha fatto tanto bene e tanto male nell’invenzione di mode e costumi. Come quella che oggi chiamiamo #selfitite, ricca di foto, fotine e fo-tette per documentare anche quando si ha il mal di pancia, l’aggiunta dell’ennesimo tatuaggio tra pochi giorni, ore, minuti e secondi o l’approprinquarsi ad una delle attività umane più insolite al mondo: la doccia.

Quesito: perché serve fare una copia della quotidianità se già esiste l’abitualità?

L’obiettivo consumistico è quello di realizzare oggetti e servizi per aumentare la capacità di crescita economica di un paese. Inventarsi un alter ego artistico è sinonimo di sdoppiamento autoreferenziale per aumentare lo sviluppo della massa cerebrale. E, a volte, distruggerla. L’Iperrealismo ha confermato in modo esponenziale l’accurata dedizione alla rappresentazione del reale, una dimensione più vera del vero, utilizzando strumenti e competenze sia da bottega che da architettura CAD. La voglia di andare oltre sarà la ricerca scientifica e impersonale di chi vuole sottolineare una propria attitudine, nel tempo e nello spazio che vive.

Per rendere tutto più specifico e naturale.

Offerte! Sconti! Promozioni! Oh, guarda quello! È tale e quale!

 


2014 COPYRIGHT © Walter Coda - tutti i diritti riservati all’autore

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Appspa - Sviluppo App Personalizzate

Sviluppiamo l'app personalizzata per il tuo business! L'app che realizzeremo per te ti...

Vai al profilo

Cidroid

Cidroid nasce inizialmente come divisione di Nexus s.r.l., un’azienda che opera dai...

Vai al profilo

Zirak Srl

Zirak mobile è una società da anni impegnata nello sviluppo di applicazioni per...

Vai al profilo

Arsenal S.R.L.

Simulatori e visual simulation immersiva ad elevata interattivita' - con software di...

Vai al profilo