Bibliografia Tecnologica /

L'emergere della terza cultura e la mutazione letale

L'emergere della terza cultura e la mutazione letale

11 Gennaio 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Segnaliamo il testo di una scienziata e astrofisica interessata al connubio tra scienza e umanesimo e alla ricerca di una terza via capace di superare il dualismo culturale che caratterizza da sempre il panorama cuturale italiano. Una riflessione che mira a suggerire il superamento della contrapposizione binaria di due visioni del mondo che hanno al contrario bisogno di incontrarsi e fondersi. L'esito della fusione determinerà non solo il futuro ma anche la sopravvivenza della nostra società. Fondamentale ill ruolo che giocheranno ricercato e scienziati delle ultime generazioni

Il libro di Anna Curir L'emergere della terza cultura e la mutazione letale è pubblicato in Italia da Editrice la Sirente


 

Il libro è di impianto divulgativo espazia dalle intuizioni di Dawkins sull’evoluzione darwiniana alle suggestioni di Bion, Mayr e Chomsky sull’intelligenza come strumento di mutazione letale o di autoconservazione, Anna Curir affronta i dilemmi del rapporto tra uomo e macchina, affermando che la scienza deve riconoscere le proprie componenti di sensibilità e la tecnica tornare ad essere uno strumento sottoposto alla responsabilità umana.

L'emozione di fronte al risultato scientifico così come alla magia dello spettacolo del mondo, dell'arte e della cultura è l'elemento che fa da collante tra esperienze tra loro diverse ma accomunati dall'espereinza creativa della ricerca e dell'esplorazione. Una esperienza che accomuna, nel loro processo creativo, di scopertadel nuovo e di innovazione, artisti e poeti, drammaturghi e astronomi, scienziati e artigiani.

Secondo l'autrice l'emozione può ricucire lo strappo profondo che si è venuto a creare tra scienza e umanesimo permettendo la ricerca di una terza via. Curir cerca di costruire il possibile viaggio alla ricerca di questa via attraverso le suggestioni e il pensiero di pensatori diversi come Richard Dawkins con le sue idee sull'evoluzione darwiniana, Wilfred Bion, Ernst Mayr e Noham Chomsky e il loro contributo sulla intelligenza umane e la cultura. Culture di provenienza diversa, una scientifica, l'altra umanista e che sono alla ricerca di una fusione possibile e di strategie utili per realizzarla.

Se la fusione avvenisse potrebbe forse emergere la figura di un nuovo tipo di figura intellettuale. Una figura capace di divulgare la scienza e le risposte trovate per le grandi domande che da sempre assillano l'essere umano e di contagiarel grazie alla sua cultura umanistica, un pubblico ampio di persone. Non solo di intellettuali e scienziato!

 

Anna Curir  è una degna rappresentante di questo connubio fra scienza e umanesimo: da astrofisica si è occupata di cosmologie relativistiche, buchi neri, formazione e dinamica delle galassie e in particolare della Via Lattea, ma ha trovato il tempo per conseguire una seconda laurea in psicologia. Da sempre interessata a neuroscienze e psicanalisi, oggi è iscritta all’ordine degli psicologi del Piemonte. Tra le sue pubblicazioni: Astri Collassati (1985), I processi psicologici della scoperta scientifica. L’armoniosa complessità del mondo (2012), Il DNA delle Galassie (2013) e From science-fiction to science. The role of fantasy in the development of science, scritto a quattro mani con Fernando De Felice.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Giulio Di Simine

Sono un giovane sviluppatore, ho 18 anni; sviluppo applicazioni da poco più di un anno e...

Vai al profilo

Consiglio Digitale

Consiglio Digitale gestisce differenti piattaforme di messaggistica crowd-powered...

Vai al profilo

iMotion Software

iMotion Software è una realtà attiva nello sviluppo di soluzioni mobile in ambito...

Vai al profilo

Connexxa

Vai al profilo