80 Identikit digitali

01 Gennaio 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share

Il libro di Carlo Mazzucchlli 80 PROFILI DIGITALI - Identità, personalità e stili di vita determinati tecnologicamente, è pubblicato nella collana Technovisions di Delos Digital

Tecnoeuforici 

I tecnoeuforici sono tecnoentusiasti capaci di manifestare il loro entusiasmo elettrico in modo esuberante ed euforico, con eccessive manifestazioni di felicità e gaiezza (pensate alle urla non trattenute di un giocatore sedotto da videogiochi o macchinette da poker e slot machine) derivanti dal benessere psico-fisico e mentale prodotto dall'utilizzo di un prodotto tecnologico o dal suo semplice possesso. Euforici e pieni di adrenalina sono spesso anche i consumatori che si mettono in coda per ore per l'acquisto di un nuovo modello di iPhone o per partecipare ad un evento tecnologico delle marche preferite. 

CONSIGLIATO PER TE:

80 identikit digitali

L'euforia tecnologica è una condizione di vita e uno stato d'animo che sembra marcare molte visioni e scenari digitali futuri, tutti visti come promessa di maggiore benessere. Sono visioni spesso utopiche di come la tecnologia trasformerà il nostro futuro. Alcune di queste visioni hanno stampo neoconservatore e neoliberale e guardano in modo acritico alla tecnologia applicata in vari ambiti sociali come il mondo della scuola. L'enfasi va solitamente ai vantaggi quantitativi (misurazione, semplificazione delle procedure) e meno a quelli qualitativi (valori come libertà, governance democratica, libero pensiero, ecc.). Visionari tecnoeuforici sono anche i numerosi innovatori e sperimentatori di gadget tecnologici indossabili come i Google Glass e gli Oculus Rift. Lo sono perchè agiscono al confine tra l'umano e il cyborg, tra l'organismo biologico e il corpo elettronico. Sperimentano con allegria le novità tecnologiche ma dimenticano o non sono consapevoli che stanno contribuendo alla sparizione del corpo umano dentro una sequenza di bit, un'immensa banca dati distribuita nel cloud e un sistema operativo software che agisce come un sistema neuronale del cervello umano. 

L'euforia (dal termine greco εὐφορία) che deriva dal possedere l'ultimo modello di tablet, smartphone o Xbox o dal disporre delle ultime applicazioni e videogiochi, produce la sensazione, non sempre reale, spesso illusoria, sempre passeggera, di benessere somatico e psichico. Quello che ne deriva è una sorta di incantamento magico che si traduce in fervore ideativo, nessuna resistenza alla interazione tecnologica e maggiore ricettività cognitiva (di cui approfittano spesso produttori tecnologici e grandi marche). Il tecnoeuforico è per definizione un tecnottimista e un tecnentusiasta che vive con allegria e piena soddisfazione il suo rapporto con lo strumento tecnologico. Spesso l'euforia è però sintomatica di un'intossicazione o dipendenza tecnologica che porta a scambiare la realtà virtuale con quella reale e pagarne le conseguenze in termini di disturbi psichici, ansie e nuove forme di dipendenza. Per la loro potenziale dipendenza, i tecnoeuforici possono manifestare reazioni tecnopessimistiche all’emergere di stati di infelicità e depressione, tipici di alternanze e schizofrenie prodotte da dissonanze emotive legate agli stati d’animo e alla percezione di sé stessi. Questi stati d'animo sono tanto più negativi quanto più grande è stata l'esperienza di ebbrezza, eccitazione, esaltazione e piacere da essi determinata. 

I tecnoeuforici digitali hanno in genere una visione utopistica del mondo tecnologico del futuro e credono ciecamente alla capacità trasformativa e innovativa della tecnologia. Sono tecnoeuforici molti appartenenti alle nuove generazioni di nativi digitali. La loro euforia digitale emerge in modo evidente dal modo con cui vivono le relazioni digitali e da come riconfigurano le loro abitudini, i loro comportamenti e le loro vite come conseguenza dei contesti tecnologici nei quali esse maturano. E' un'euforia che nasce dal possesso di un iPad, dalla frequentazione di infrastrutture tecnologiche e sociali ma soprattutto da nuove esperienze di vita vissuta.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database