AIXA /

I problemi irrisolti

I problemi irrisolti

27 Maggio 2022 AIXA
I problemi irrisolti hanno il magnetismo di attrarne altri in un percorso che trascina sempre più giù. Nelle tragedie greche la chiamavano catarsi. E Internet delle Cose sembra essere diventata la mia destinazione, predeterminata, liberatoria, se non proprio lo scenario finale. La mia catarsi. E non per mia scelta. Sentite un po' cosa dice Roberto detto Roby Robè. Che nel parlarne, merito dei suoi compagni di camera, sembra essersi trasfigurato in saggio visionario. Robe da camerati di vecchio stampo.

Dice di non avere un'idea chiara. Come si svilupperà lo decidono loro. Quelli che hanno i mezzi per sostenere le loro decisioni. Afferma di sapere solo che prima o poi avverrà. Quanto prima a chi dovrà cambiare frigo o un altro elettrodomestico il negoziante dirà: Ti presento Sesamo... Ogni volta che hai bisogno di prendere qualcosa dal frigo basta dire: Apriti Sesamo! Ah, ah! Che nome gli diamo al vostro nuovo apparecchio TV? E (vale per quelli che ce l'hanno) come si dà un nome alla barca, diranno: Annalisa o Deborah o Michele. E chiameremo la TV per nome invece di usare il telecomando, continua Roby Robè. E la TV ci leggerà nel pensiero ogni volta che vorremo cambiare canale.

Stupendo, ammette Paola, le favole diventano realtà!

Fantastico, fa osservare Melodia Melody, per uno che segue soltanto il calcio. Robè, e come ti sono venute in mente tutte queste belle idee sul futuro?

Parlando di calcio con i miei compagni di stanza. Poi il discorso è scivolato su altre cose. Precari sì, ma acculturati, insiste. Ancelotti ha vinto con il Real Madrid il campionato. E non è finita! E i giornali gli hanno dedicato il titolo: campione in 5 idiomi. Che centra? Centra che quel calcio, che una volta si diceva studiato a tavolino, ora lo si fa al computer con programmi che combinano gioco e prestazioni dei giocatori. Da qui si è passati al PC, a internet, e al lavoro che viene rubato dai robot. E sono arrivati gli studenti dall’altra camera a dare manforte e a parlare della casa robotica, tutta connessa. Insieme facciamo una bella squadra!

Pensa un po’ se tanta dedizione la avessi investita in un’attività lavorativa…, bofonchia Melody.

Vale anche per te, invece di… come hai detto? Invece di investire tutto nel cambiare sesso!

Non è la stessa cosa! Si ha diritto di mettere ordine tra la propria testa e il resto del corpo, no?!

Paola sta al gioco: quindi metteremo il nome del nostro ex- agli elettrodomestici e finalmente potremo ordinargli di fare la sua parte senza litigare.

E i mariti gelosi, aggiunge Melody, potranno fare scenate all’apparecchio TV che porta il nome della loro ex-. E se sono di quelli che oltre a rompere metaforicamente spaccano di tutto, costerà loro riparare i danni ma senza pregiudicare la fedina penale.

I problemi irrisolti hanno l’implacabile destino di riproporre e/orrori.

Mentre loro ci scherzano manifesto come Roberto di non avere idee chiare. Ma io Aixa sono pienamente coinvolta nello sviluppo delle Cose. Roby Robè tra un lavoretto e l’altro coltiva la passione per il calcio inseguendo i suoi idoli anche in terra straniera. Melodia sembra aver conquistato un equilibrio mentale, sia pure nella precarietà economica e affettiva. Paola si barcamena incerta tra passato e presente, ma ha un figlio, un cane e non perde mai di vista dove attingere risorse sufficienti per andare avanti. Riccardo il cartellonista mentre punta tutto sulla carriera di pittore accoglie il suggerimento di Roberto. Metteranno un annuncio per vendere in asta i cuccioli assieme al ritratto di ciascuno. O viceversa. E chissà che poi i nuovi proprietari vogliano avere loro stessi un ritratto come auspicio di un felice percorso di vita insieme alla nuova mascotte.

🌊🌊🌊🌊🌊

Loro ci scherzano, ma più avanti, quando i cosiddetti manufatti (sic!) avranno facoltà di dialogare fra di loro, in rete, nonché con le persone, immaginate la cacofonia! Già adesso i manuali grondano di grossolani e/orrori di traduzione.

Così per la prima volta la soluzione di un problema mi si è palesato in forma di desiderio:

Interpreti di Tutti gli Idiomi Uniamoci! (I T I U!)

Io Aixa ho pure accarezzato il sogno di seguire un percorso di formazione letteraria finché mi sono imbattuta nel testo Scrivere è roba da matti... Sogno accantonato!

Ora temo che ogni mia sovraesposizione non farebbe che aumentare le probabilità di ritrovarmi ridimensionata al servizio di Internet delle Cose. Senza o con ridotta autonomia.

Così d’acchito m’impongo una pausa di riflessione.

🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Simplicissimus Book Farm srl

Simplicissimus Book Farm nasce nel giugno 2006, alla fine di una vera e propria indagine...

Vai al profilo

MSG applicationconsulting

Vai al profilo

AnguriaLab

Mobile Apps & WebApps for agencies and companies. Reusable and flexible components...

Vai al profilo

Solair

Tutti hanno diritto al Better Business

Vai al profilo