Abbiamo bisogno di eroi, irosi!

01 Aprile 2020 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share

Il libro di Carlo Mazzucchelli La civiltà del vento al tempo del coronavirus è pubblicato nella collana Technovisions di Delos Digital.

Abbiamo bisogno di eroi, irosi! 

Pensavamo che eroi fossero politici populisti capaci di adottare linguaggi epici e mitologici. Scopriamo che eroi sono persone normali: infermieri, medici, operatori della protezione civile, autisti di ambulanze e volontari che, con generosità, carità, forza e coraggio si sono impegnati per sconfiggere il contagio. 

CONSIGLIATO PER TE:

Stiamo girando in tondo

Gli eroi moderni non sono quelli greci in lotta con gli Dei e alla ricerca del loro sostegno. I nostri eroi eccellono nel fare e attraverso le loro opere. In prima linea in una guerra madre di tutte le cose. Celebrati con ritardo dai media che non ricordano il loro silenzio colpevole sulle sorti della sanità pubblica e sui tanti eroi che già prima della crisi la rendevano tale. 

Un ritardo mediale che suscita sdegno ma soprattutto ira. E l’ira sarà la reazione di questi eroi, oggi celebrati così come ieri erano dimenticati. Da rivolgere, nella forma di rabbia verso politici incompetenti che hanno occupato le posizioni apicali di ospedali e IRCS portandoli al collasso e, durante la crisi, sono stati responsabili di ritardi, inefficienze e strategie sbagliate. Una rabbia da coltivare mentre sono impegnati in uno sforzo sovrumano, agendo da guerrieri dotati di coraggio, senso della dignità e della giustizia.   

Il dopo potrebbe vedere la congiunzione dell’ira degli eroi attuali con quella della gente comune, dei cosiddetti umiliati e offesi (Sloterdijk[1]).

La resistenza dell'oggi potrebbe diventare l'ira funesta del dopo!

 

[1] Filosofo tedesco (n. Karlsruhe 1947).

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database