Tecnobibliografia /

Transumanesimo / postumanesimo. Le nuove declinazioni dell'Homo Sapiens

Transumanesimo / postumanesimo. Le nuove declinazioni dell'Homo Sapiens

13 Settembre 2021 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
La possibilità di tracciare un limite tra umano, disumano e postumano sembrerebbe iscriversi nella capacità di superare tutte le fratture interiori, che avviliscono e sviliscono la tensione dell’uomo verso la propria autorealizzazione; il superamento delle proprie fratture interne è una possibile via per rivelare i volti di noi “umani”. I contributi raccolti consentono di riconoscere un’apertura dell’umano altrimenti incomprensibile, una nuova strutturazione dei processi di costruzione dell’identità che si avvale del potenziamento e del superamento del limite supremo e finora invalicabile: la nostra stessa mortalità.

Segnaliamo una riflessione su Transumanesimo e postumanesimo scritto da Giorgio Tintino e pubblicato da ARACNE nella collana Percorsi di etica.


 

Il mondo contemporaneo è stato scosso dalle possibilità che le tecno- logie stanno apportando alla nostra quotidianità. Un cambio di marcia importante, estremamente rapido e assai incisivo che non accenna in alcun modo a diminuire ma, semmai, ad accelerare sempre di più. Uno dei maggiori “imputati” di tale processo di trasformazione, senza dubbio, è l’esplosione tecnologica determinata dal saldarsi di diversi settori disciplinari che permettono di esplorare e mettere in pratica le enormi potenzialità teoriche della tecnoscienza.

Tentare di indagare la complessità dell’epoca contemporanea, quin- di, non può esimersi dal porre al centro della propria osservazione la questione della tecnica poiché tale sviluppo promette di poter riscrive- re nel prossimo futuro i limiti e le condizioni dell’esistenza umana, obbligando la riflessione etica e morale ad un nuovo sguardo sul si- gnificato stesso della vita — non solo biologica — dell’Homo sapiens. L’immagine che l’uomo ha di sé, infatti, oggi viene messa in crisi dalle possibilità offerte dalle cosiddette tecnologie GRIN (geno–, robo–, info– e nano–), le quali promettono di alterare profondamente tutti i livelli gerarchici della nostra specie in un futuro ormai prossimo.

La tecnica contemporanea, oltre a far emergere la necessità di riscrivere i limiti e le virtualità della condizione umana, richiede di abbondonare quell’idea di uomo codificata e cristallizzata dall’Umanesimo nel percorso storico–culturale dell’Occidente.

 

[...]

 

Il testo di Giorgio Tintino è pubblicato nel testo UMANO, DISUMANO, POSTUMANO A cura di Donatella Pagliacci e contiene anche i contributi di 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo

Surplex GmbH

Surplex è una società leader nella fornitura di macchinari usati, attiva in tutto il...

Vai al profilo

Tecware

Gestiamo progetti di informatizzazione dallo studio professionale alla...

Vai al profilo

Orefice

Società di sviluppo app per mobile android

Vai al profilo