TECNORAPIDI e TECNOVIGILI /

Bibliografia sul cyberbullismo e il bullismo digitale

Bibliografia sul cyberbullismo e il bullismo digitale

18 Gennaio 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Una proposta bibliografica dei libri pubblicati fin qui sul tema del bullismo digitale e che potete trovare in libreria o negli store online. Un elenco di libri con numerosi spunti di riflessione e di approfondmento, con indicazioni concrete per interventi di prevenzione e comprensione del fenomeno. Un elenco per genitori, ragazzi, insegnanti e operatori sociali. Un suggerimento di letture per persone interessate ad una visione più articolata delle problematiche affrontate.

Le nuove tecnologie sono ricche di nuove opportunità ma si portano appresso anche effetti negativi, non sempre arginabili o prevedibili. Cosa accade ad esempio nel momento in cui il proprio figlio rimane vittima dei cyberbulli o diventa protagonista di atti di soprusi elettronici? Che cosa rischia e come può difendersi? Come poter condividere il mondo virtuale con i propri ragazzi senza risultare troppo invadenti? Quali strumenti utilizzare per accompagnare i minori ad un sano e consapevole utilizzo delle mille opportunità della rete?

Le domande sono numerose e sempre di più sono le iniziative finalizzate a fornire ai genitori e agli educatori risposte e strumenti per affrontare un fenomeno sempre più diffuso e carico di conseguenze negative che possono arrivare al suicidio. La rete è ricca di vantaggi e benefici ma obbliga ad alcune riflessioni e approfondimenti, anche per comprenderne i fenomeni come ad esempio il bullismo digitale o virtuale.

Genitori tecnovigili per ragazzi tecnorapidi - un e-book di Carlo Mazzucchelli
Un prontuario di sopravvivenza attiva per  genitori tecnovigili alle prese con ragazzi tecnorapidi per affrontare i temi della dipendenza tecnologica e non solo

Riflettere e approfondire può servire ad affiancarsi ai ragazzi e condividere con loro il mondo virtuale con lo scopo di fornire loro un supporto nel caso in cui si trovassero vittime di attacchi, di molestie, di violenze e inganni on-line.

Non tutti i genitori e gli educatori sono dotati degli strumenti intellettuali e cognitivi e delle conoscenze adeguate ad affrontare le nuove sfide della rete. Per affrontare il fenomeno complesso e multiforme del bullismo digitale non basta buon senso e attenzione da genitore. Bisogna attrezzarsi e dotarsi di strumenti utili a facilitare l'incontro, il dibattito, la condivisione di saperi e conoscenze con altre persone che esercitano competenze e responsabilità educative simili.

Un modo per potenziare le proprie conoscenze e ablità è di acculturarsi, leggere e apprendere dalle narrazioni e storie degli altri come fare ad affrontare e gestire il fenomeno bullismo quando si presenta nelle vicinanze o interessa direttamente un figlio o una figlia.

Per aiutare genitori ed educatori a individuare lo strumento più adeguato abbiamo pensato di fornire una bibliografia dettagliate di quanto fin qui disponibile.

 

Mura Giulia; Diamantini Davide

Il cyberbullismo

Editore Guerini e associati

Prezzo: 14,88

Il cyberbullismo è un fenomeno che coinvolge un numero crescente di giovani in Italia e nel mondo. Con questo termine si descrive un'ampia categoria di comportamenti aggressivi, accomunati da un uso improprio delle tecnologie della comunicazione e dell'informazione. Litigi via chat, diffusione online di informazioni denigratorie, pubblicazione di immagini maliziose rubate a scuola sono esperienze entrate a far parte del quotidiano di insegnati, educatori, genitori (e soprattutto dei ragazzi). Per comprendere meglio le radici di questo fenomeno in rapida crescita è necessario adottare un approccio multidisciplinare che possa fondere conoscenze di ambiti diversi, dalla psicologia alla comunicazione.

Diventa fondamentale accompagnare i giovani nel loro percorso di crescita "virtuale", facendo in modo che lo sviluppo delle competenze relative alla tecnologia sia accompagnato da una crescente consapevolezza nell'uso di tali strumenti. Il libro affronta il tema del cyberbullismo con l'intento di fornire una serie di spunti di riflessione teorica, accompagnati da indicazioni utili a chiunque debba confrontarsi con questo problema; si configura perciò come un valido supporto nella prevenzione del fenomeno, ma intende anche contribuire al nascente dibattito su un tema così attuale e ancora poco conosciuto.

 

Elena Buccoliero, Marco Maggi,Giulio Mellano e Marco Ramello

 

KIT NO–BULLISMO

Editrice Berti

Anno:2007

Storia illustrata 32 pag - Fumetto 34 pag - Cd musicale

Costo:€ 15

 

Kit No – bullismo è uno strumento che utilizza la narrazione per sensibilizzare sul fenomeno delle prepotenze i bambini della scuola primaria (7-10 anni). Comprende materiali didattici e educativi da impiegare con singoli o gruppi, a casa, in classe o nei luoghi di aggregazione, e può essere utilizzato facilmente sia dagli insegnanti sia dai genitori o dagli educatori sportivi,parrocchiali e via di seguito.

L’obiettivo è aiutare i bambini a mettere in di scussione le prevaricazioni come mezzo per dimostrare il proprio valore o per cercare l’attenzione degli altri. Attraverso le storie i lettori sono invitati a identificarsi con i personaggi e a cogliere i diversi sguardi sulla realtà, per poi scoprire la possibilità di rapportarsi con i compagni in modo paritario e nel rispetto delle diversità di ciascuno.

Il Kit No – bullismo in formato standard è composto da tre sussidi raccolti in una cartellina:Mal di scuola - un fumetto di 24 pagine, a colori, corredato da schede di attività. È la storia di un bambino che viene preso in giro dai compagni perché un po’ più goffo e studioso degl i altri, e di come la sua amica Milly, con l’aiuto della mamma e del nonno, cercherà di aiutarlo a farsi conoscere per come è realmente.  La scuola degli acchiappa-topi - un racconto illustrato di 32 pagine a colori, con canzoni e schede per attività formative. Racconta di una scuola per acchiappare i topi alla qua le partecipano i giovani gattini, ma non tutti sono ugualmente bravi e forti ne lle prove da superare e il più fragile rischia di venire schiacciato...Che avventura è la vita –un CD musicale in cui sono inserite le canzoni e le basi musicali della storia “La scuola degli acchiappa-topi”.

Monica Dacomo e Mario Di Pietro

 

FANNO I BULLI CE L'HANNO CON ME...

Centro Studi Erickson

Anno:2005

Pagine:119

Costo:€ 11

A quasi tutti capita, prima o poi, di essere presi di mira da un compagno di scuola o da qualcuno più grande che, per mascherare le proprie insicurezze e debolezze, si comporta da bullo, diventando aggressivo e prepotente. Quando succede, ci si sente indifesi, spaventati e soli, e spesso si ha paura di reagire o di chiedere aiuto. Ma chi sono questi bulli?

E che cosa si può fare per impedire loro di continuare a farci del male? Scritto con un linguaggio semplice e scorrevole, adatto a ragazzi tra gli 8 e i 16 anni, questo volume risponde a queste e a molte altre domande e suggerisce a tutte le vittime del bullismo dei semplici strumenti per imparare a difendersi in modo positivo, per comprendere meglio il comportamento dei bulli e per affrontarli con la tattica della «non violenza», magari parlandone con un insegnante o un genitore oppure spiazzandoli con risposte furbe e divertenti. Ma si rivolge anche a coloro che si comportano per la maggior parte del tempo da prepotenti, rendendo la vita impossibile ai ragazzi che prendono di mira, aiutandoli ad imparare ad abbandonare i loro atteggiamenti aggressivi, a comunicare bene con gli altri e a farsi degli amici.

Abruzzese, Saverio

Bullismo e percezione della legalità operatori delle scienze psicosociali, del diritto ed educatori a confronto

F. Angeli, 2008

348 p.

Il termine bullismo, dall'inglese bullying, è usato per etichettare gli atteggiamenti di prepotenze e angherie ripetuti in ambito scolastico, di cui sono vittime i ragazzi più deboli.

Il fenomeno del bullismo è sempre esistito, pur se ignorato o sottostimato, ma da qualche tempo se ne parla molto, forse perché è stato scoperto dai mass media e di conseguenza ha avuto una nuova "visibilità". Si ha così l'impressione, non verificabile a causa della mancanza di dati riferiti al passato, di un aumento dei casi.

Si propone un dibattito articolato e appassionantesui danni dei comportamenti bullistici sulla salutementale delle vittime e degli stessi bulli. Le opinioni si concentrano inoltre sul ruolo e sul coinvolgimento degli adulti: genitori, educatori, giudici e operatori dei servizi.

Ersilia Menesini

BULLISMO CHE FARE?

Editore Giunti

Anno: 2000

Pagine:208

Costo:€ 17,50

Dopo una serie di contributi volti a conoscere l’entità e la natura del fenomeno del bullismo a scuola, questo volume intende testimoniare l’impegno e la sperimentazione presenti in molte realtà scolastiche del nostro Paese. L’idea sottostante le ricerche-intervento presentate nel libro è che la scuola può fare molto per aiutare i bambini in difficoltà non solo a livello di apprendimento, ma anche sul piano della fomazione della personalità e dell’educazione socio affettiva. Il volume si compone di due sezioni.

Nella prima l’autrice presenta una rassegna aggiornata delle conoscenze relative ai temi della prevenzione, del bullismo e dei modelli di intervento sperimentati all’estero. La seconda parte raccoglie il contributo di ricercatori di diverse regioni italiane e riporta i percorsi e le valutazioni di alcune ricerche-intervento condotte nelle scuole medie, elementari e dell’infanzia.

Queste esperienze sono accomunate da un modello psicologico che vede nel sistema scolastico e nei suoi protagonisti gli interlocutori privilegiati e i possibili alleati per la conduzione e la sperimentazione di programmi di prevenzione e riduzione del bullismo a scuola.

Buccoliero,Elena

Tutto normale : bulli, vittime, spettatori

Molfetta (Ba): La meridiana, 2006

117 p.

 

È “Tutto normale” ciò che si svolge nelle scuole visitate in questi racconti, dove una ragazza con handicap viene tormentata dalle compagne e trova supporto solo in una compagna straniera, perché cosciente di cosa significhi sentirsi diversi; o dove una ragazza può essere molestata sessualmente da alcuni compagni, durante la lezione e in presenza dell’insegnante, senza che questo susciti una reazione evidente nella scuola; o dove un ragazzino di 12 anni, in una scuola delle migliori per estrazione culturale e sociale delle famiglie, arriva a tentare il suicidio perchè costantemente preso in giro dai compagni...

Sette storie vere di bulli e vittime per far riflettere. La violenza che si vede, quella che non si vede e quella che si fa finta di non vedere.Storie di rabbia, di sofferenza, in cui trova spazio il ruolo di tutti: i bulli, le vittime, gli amici, i genitori, i professori e gli altri adulti.

 

 

Ada Fonzi

Il Gioco Crudele

Editore Giunti
Anno:1999
Pagine:172
Costo:€ 15

Negli ultimi tempi gli studi sul fenomeno del bullismo in Italia si sono intensificati e il quadro complessivo ha cominciato a delinearsi con sempre maggiore chiarezza.

Gli autori di questo volume – ci sono infatti i contributi di diversi psicologi – non si sono proposti di identificare le cause del bullismo, ma di studiare i correlati psicologici del fenomeno, di cui sono portatori i principali attori. In definitiva le domande a cui si cerca di fornire una risposta sono: chi sono i bulli e le vittime? Com'è strutturata la loro area d'intersezione tra strategie cognitive ed emozioni e valori morali? Come vivono i rapporti familiari e quelli all'interno della classe? Come si rapportano a chi è diverso da loro?

Per rispondere a questi interrogativi è stato messo a punto un complesso piano di ricerche su oltre seicento soggetti di scuola elementare e media studiati da prospettive e con metodologie diverse.

Ada Fonzi

IL BULLISMO IN ITALIA

Editore Giunti
Anno: 1997
Pagine:236
Costo:€ 17,50

 

L'autrice indaga il fenomeno del bullismo a scuola, fornendo dati ed interpretazioni per il caso italiano, delineando strategie e programmi d'intervento idonei a debellare il fenomeno.

M. G. Lazzarin - E. Zambianchi

 

PRATICHE DIDATTICHE

PER PREVENIRE IL BULLISMO A SCUOLA

Editore: Franco Angeli
Anno:2004
Pagine:224
Costo:€ 17

Il volume presenta la ricerca-intervento contro le prepotenze condotta dall'IRRE del Veneto in scuole di ogni ordine e grado della regione e le esperienze didattiche ad essa collegate. Una proposta di attività per la prevenzione e la riduzione del bullismo in cui sono stati sperimentati strumenti per la rilevazione del disagio in classe e interventi ai vari livelli dell'istituzione scolastica: il gruppo classe, gli insegnanti, i genitori, il personale ATA, l'Istituto nel suo insieme.

Obiettivo del volume, che si rivolge agli insegnanti e agli operatori socio-educativi, è quello di diffondere sul territorio nazionale le pratiche didattiche sperimentate, offrendo riflessioni sulla progettazione, sugli strumenti e sulle procedure.

Di Sauro, Rosario - Manca, Maura

Il bullismo come fenomeno di gruppo

Edizioni Kappa, 2006

109 p.

 

L'adolescenza è una fase del ciclo vitale in cui il soggetto si trova a dover affrontare numerose difficoltà relative allo sviluppo fisico, cognitivo e psico-sociale. In questa fase la scuola rappresenta il luogo privilegiato in cui l'adolescente può manifestare il proprio disagio, che trova la sua più frequente espressione, nella messa in atto di prevaricazioni nei confronti dei compagni più deboli. Il testo delinea la rete sociale dell'adolescente (famiglia, scuola e gruppo dei pari) prestando particolare rilevanza all'influenza dei coetanei sullo sviluppo delle condotte devianti, approfondendo, in particolare, la tematica sul bullismo.

Il testo delinea la rete sociale dell’adolescente ( famiglia, scuola e gruppo dei pari) prestando particolare rilevanza all’influenza dei coetanei sullo sviluppo delle condotte devianti e dando ampio spazio all’importanza di attuare interventi di prevenzione.

Fedeli, Daniele

Il bullismo : oltre

Vol. 1 : Dai miti alla realtà: la comprensione del fenomeno

Gussago (Bs) : Vannini, 2007

181 p.

Il bullismo è un fenomeno sfuggente e poliedrico. Qualche esempio? Il bullo spesso ha un ruolo di leadership nel suo gruppo dei coetanei, in altri casi invece manifesta isolamento sociale; può agire sul piano fisico, ma può ricorrere anche ad atti verbali e relazionali più nascosti; può mostrare le condotte devianti già nei primi anni di scuola, oppure solo in tarda adolescenza; può venire da famiglie in condizioni socio-economiche difficili, ma può anche appartenere a contesti benestanti. È possibile orientarsi all'interno di un fenomeno così complesso? Il primo dei due volume di quest'opera, mantenendo un approccio pluridisciplinare, evidenzia l'articolazione di questo fenomeno di grande attualità, presentando possibili classificazioni del comportamento aggressivo e discutendo i numerosi fattori che possono contribuire alla sua insorgenza.

Mantenendo un approccio multidimensionale e pluridisciplinare, il volume evidenzia l’articolazione del bullismo come fenomeno, presentando possibili classificazioni del comportamento aggressivo e discutendo i numerosi fattori che possono contribuire alla sua insorgenza.

Simona Caravita

L’ALUNNO PREPOTENTE

Editore:La scuola
Anno:2004
Pagine:192
Costo:€ 16

Alla luce delle conclusioni della ricerca scientifica più recente, il volume analizza il problema del bullismo nella scuola primaria, distinguendo dalla condotta genericamente aggressiva e proponendo strumenti di rilevazione, formule e spunti operativi per l’azione educativa di prevenzione e di contrasto.

Conoscere l’aggressività e il bullismo per pianificare l’azione educativa – Che cosa può fare il docente? – Conclusioni.

Muratori,

Filippo

Ragazzi violenti

Bologna : Il mulino, 2005

141 p.

Cosa può condurre un adolescente ad avere un comportamento violento fino all'omicidio? Chi sono i ragazzi violenti? La risposta non può essere una sola.

L'aggressività è un fenomeno molto complesso, non sempre sinonimo di violenza e non sempre immediatamente collegabile a una diagnosi psichiatrica; perché dietro un comportamento violento è infatti necessario l'intervento di molti altri fattori genetici, biologici, familiari o sociali.

Dopo aver smontato una serie di luoghi comuni, l’autore individua le radici dell’aggressività, mette a fuoco le sue possibili cause, esamina le diverse tipologie di comportamento violento. Si sofferma altresì sulle cure e sugli interventi di recupero, invitando tutti coloro che sono coinvolti nel processo educativo a non demonizzare il problema.

Badellino, Enrico

Benincasa, Francesco

Bulli di carta : la scuola della cattiveria in cento anni di storia

Torino : Società editrice internazionale, 2010

230 p.

Bulli e bullismo. Dalla realtà alla letteratura, andata e ritorno. Partendo da articoli di cronaca dell'immediata contemporaneità, una carrellata di personaggi letterari e cinematografici ci avvicina, in modo serio e divertente insieme, al fenomeno del bullismo nei suoi diversi aspetti e significati, nella sua evoluzione storica e sociale, nella sua trascrizione artistica capace di coglierne le più urgenti caratteristiche, psicologiche, sociologiche e morali...

Partendo da articoli di cronaca, gli autori ci avvicinano ad una carrellata di personaggi letterari e cinematografici per delineare il fenomeno del bullismo nella sua evoluzione storica e sociale, nei suoi diversi aspetti e significati.

Crocetti, Guido

Galassi, Davide

Bulli marionette : bullismi nella cultura del disagio impossibile

220 p.

Bologna : Pendragon, 2005

 

.

Il bullismo è una forma di oppressione in cui il bambino o l'adolescente sperimenta una condizione di profonda sofferenza e prevaricazione. Sempre più spesso di sente parlare di bullismo in relazione a gravi fatti di cronaca: ormai si sa che cos'è e se ne sono individuate le cause, psicologiche, sociali e culturali. Ma cosa si può fare in ambito scolastico per evitare che questi disagi emotivi e psicologici si trasformino in comportamenti violenti e socialmente pericolosi?

ll volume prende le mosse da una ricerca svolta nelle scuole del Comune di Bologna,analizzando il bullismo nei suoi aspetti dinamici e proponendo alcuni possibili progetti di intervento

Gini, Gianluca

Il bullismo : le regole della prepotenza tra caratteristiche individuali e potere nel gruppo

Roma : Carlo Amore, 2005

133 p.

Lo scopo di questo libro non è quello di dare risposte semplici ed universalmente valide, ma di riflettere piuttosto sul fenomeno del bullismo analizzandone i suoi differenti aspetti, partendo dalla convinzione di essere di fronte ad un problema complesso e multisfaccettato.

Contiene i risultati di una ricerca sul bullismo svolta nel 2003 nelle scuole elementari e medie in AltoAdige: un confronto tra scuole italiane e tedesche.

Maggi, Marco

Buccoliero, Elena

Progetto bullismo : l’esperienza e il confronto di quattro progetti di prevenzione

Piacenza : Berti, 2006

303 p.

Questo libro racconta quattro esperienze progettuali di prevenzione del bullismo realizzate in diverse realtà comunali dell’Italia centro-settentrionale: Cento (FE), Codogno (LO), Savigliano (CN) e Soliera (MO).

Sono tutte città medio piccole (dai 15.000 ai 30.000 abitanti) dove enti locali, associazioni di volontariato, Aziende Sanitarie e istituti scolastici hanno cercato di fronteggiare questo vecchio e nuovo fenomeno che coinvolge ormai tutte le scuole italiane.

Si suddivide in quattro sezioni: cenni teorici, analisi dei progetti presentati, valutazione degli interventi, ricerche nelle scuole e testimonianze.

 

Ammaturo Rosaria, Paparella Rosy, Positò Licia

PREPOTENZA. PROBLEMI-PROPOSTE

Editore Levante
Anno:2003
Pagine:224
Costo:€ 12,50

Prepotenza. Problemi-proposte. Prevenzione del bullismo: percorsi formativi ed itinerari didattici tra scuole in rete a Bari

È una ricerca esplorativa che vuole comprendere le caratteristiche che il fenomeno assume tra gli alunni e le alunne. Vuole dare voce ai bambini e alle bambine delle scuole elementari e ai ragazzi e alle ragazze della scuola media. Ma è anche un momento di ascolto per gli adulti.

Le informazioni raccolte, i risultati ottenuti, servono ai docenti, alle scuole interessate, come base per elaborare iniziative e progetti educativi. Questa è la logica profonda della ricerca: riflettere per decidere. Nella ricerca non sono state formulate ipotesi teoriche sul fenomeno del bullismo da verificare sul campo.

Si è cercato di descrivere e analizzare quel vasto e variegato 'mondo ' delle relazioni caratterizzato dalle prepotenze, subite, fatte, osservate, a scuola dagli alunni e dalle alunne. Un buon risultato per una ricerca è quello di consentire la formulazione di domande nuove.

Maggiolini, Alfio

Preadolescenza e antisocialità : prevenzione e intervento nella scuola media inferiore

Milano : F. Angeli, 2005

201 p.

Questo volume documenta l'attività di ricerca e intervento realizzata dal Minotauro di Milano, in collaborazione con l'Associazione di volontariato "Angela Giorgetti", nell'ambito di un progetto finanziato con la Legge 285 dal Settore Servizi sociali del Comune di Milano e coordinato dal Servizio minorenni con procedimenti penali.

I principali problemi di comportamento in preadoles cenza sono descritti attraverso i risultati di ricerche realizzate nelle scuole medie e confrontati con le rappresentazioni della devianza minorile nei quotidiani. Sono presentate anche attività preventi ve di educazione alla responsabilità, di counseling a classi problematiche e di sostegno a studenti delle scuole medie inferiori con gravi problemi di comportamento.

Il volume si rivolge in particolare a psicologi, insegnanti, educatori, assistenti sociali e genitori, che si trovano a sostenere i preadolescenti in difficoltà nella fase iniziale della costruzione della loro identità sociale.

Ersilia Menesini

BULLISMO: LE AZIONI EFFICACI DELLA SCUOLA

Editore
Centro Studi Erickson
Anno:2003
Pagine:198
Costo:€ 19,30

 

Questo libro si propone di presentare una serie di strumenti per psicologi, insegnanti e per tutti coloro che si trovassero ad affrontare il tema del bullismo.

A partire dalla conoscenza teorica ed empirica del fenomeno fin qui raccolta si vuole offrire una "via italiana " alla prevenzione e all'intervento.

Qui vengono proposti diversi approcci e vari percorsi di lavoro (da quelli più curricolari a quelli più innovativi) per potenziare le risorse dei ragazzi attraverso una graduale responsabilizzazione nei ruoli di aiuto o di supporto tra pari.

Olweus, Dan

Bullismo a scuola : ragazzi oppressi, ragazzi che opprimono

Firenze : Giunti, 2007

XII, 142 p

Il fenomeno delle prepotenze tra i banchi di scuola, il cosiddetto "bullismo", coinvolge, nel ruolo di vittima o in quello di persecutore, più del 15% della popolazione delle scuole elementari e medie. Si tratta di una forma di oppressione estrema, in cui la giovane vittima sperimenta, per opera di un coetaneo prevaricatore, una condizione di profonda sofferenza, di grave svalutazione della propria identità, di crudele emarginazione dal gruppo. Una condizione che quasi sempre sfugge agli occhi degli adulti, ingenuamente abbagliati dallo stereotipo dell'età "dell'innocenza". Questo libro intende analizzare il problema, diagnosticarne le cause e fornire agli insegnati, ai presidi e ai genitori un concreto programma di intervento.

Il bullismo è una forma di oppressione estrema, in cui la giovane vittima sperimenta, per opera di un coetaneo prevaricatore, una condizi one di profonda sofferenza, di grave svalutazione della propria identità, di crudele emarginazione dal gruppo. Il libro intende fornire gli strumenti, teorici e pratici, per vedere, capire, intervenire.

Zanetti, Maria Assunta

Renati, Roberta

Berrone, Carlo

Il fenomeno del bullismo : tra prevenzione ed educazione

Roma : Magi, 2009

207 p.

.

Il volume illustra la natura specifica del bullismo secondo un modello probabilistico e multicausale, che pone l'accento sulla specificità di ogni singola situazione toccando anche nuove e sempre più consuete tipologie di bullismo: si parla, dunque, di cyberbullying e di sexual harassment, due forme di prepotenza che solo recentemente si sono imposte all'attenzione dei ricercatori.

Vengono inoltre analizzati alcuni tra i principali interventi messi a punto per contrastare il fenomeno, e si propongono percorsi educativi da intraprendere nei contesti scolastici.

 

Buccoliero, Elena

Maggi, Marco

Bullismo, bullismi : le prepotenze in adolescenza dall’analisi dei casi agli strumenti d’intervento

Milano : F. Angeli, 2005

348 p.

Un manuale articolato in quattro filoni: i fattori protettivi, il riconoscimento del problema, gli strumenti di intervento e, infine, un percorso di sostegno alle persone in difficoltà e alcuni strumenti di valutazione dei singoli incontri o dei percorsi nel suo complesso.

Completo di schede di lavoro già sperimentate da impiegare direttamente nelle classi, il manuale mira a potenziare le possibilità di intervento degli educatori chiamati a condurre percorsi educativi. Il Cd-Rom allegato presenta materiali di supporto alle attività per avviare la discussione nel gruppo-classe, oltre che ulteriori proposte di approfondimento.

Buccoliero, Elena

Maggi, Marco

Il bullismo nella scuola primaria : manuale teorico -pratico per insegnanti e operatori

Milano : F. Angeli, 2008

319 p.

 

 

È un manuale teorico-pratico suddiviso in tre parti. La prima comprendere la dimensione teorica e approfondisce lo sviluppo dell’aggressività nell’infanzia, la violenza verso gli animali come fattore di rischio, le possibili relazioni tra programmi televisivi, video giochi e condotte aggressive, le similitudini e le differenze tra disturbi di condotta e bullismo, i risultati di una indagine che ha riguardato diverse città italiane e la programmazione curriculare della convivenza civilecome strumento per fronteggiare le prepotenze.

 

Il volume esamina lo sviluppo dell’aggressività nell’infanzia, la violenza verso gli animali come fattore di rischio, le possibili relazioni tra programmi televisivi, videogiochi e condotte aggressive, le similitudini e le differenze tra disturbi di condotta e bullismo: i risultati di un’indagine che ha riguardato diverse città italiane, e la programmazione curriculare della convivenza civile come strumento per fronteggiare le prepotenze.

 

 

 

M.Sunderland e N. Armstrong
Centro Studi Erickson
Anno:2005
Pagine:40
Costo:€ 18

Il libro si rivolge a coloro (genitori, insegnanti, educatori e psicoterapeuti) che si trovano ad incontrare dei bambini che hanno chiuso il loro cuore. Magari dopo essere stati feriti questi bambini cominciano a credere che amare sia troppo doloroso e così costruiscono dei muri di difesa.

In questa situazione di difficoltà emotiva alcuni bambini diventano dei bulli per nascondere dietro la loro aggressività il loro bisogno di amore e di aiuto. Questo è quello che succede al piccolo protagonista di questa favola. Il libro propone anche una guida il bambino ad esprimere nuovamente le sue emozioni.

Fedeli, Daniele

Il bullismo : oltre

Vol. 2 : Verso una scuola prosociale: strategie preventive e di intervento sulla crisi

Gussago (Bs) : Vannini, 2007

300 p.

Dopo aver guidato il lettore nella progettazione di una politica scolastica antibullismo, l’attenzione è posta a due ampie categorie di strategie: quelle preventive e quelle di intervento sulla crisi. 30 schede di lavoro permettono di esercitarsi nelle strategie proposte e sperimentare i principali “ferri del mestiere”.

Dopo l'introduzione fatta dal primo dei due volumi e volta alla comprensione delle cause di questo fenomeno, questo secondo tomo si interroga invece su come sia possibile prevenirlo e, nei casi in cui sia già manifesto, sconfiggerlo. La risposta in questo senso è infatti assolutamente positiva, a patto che la scuola e la famiglia si dotino di strumenti efficaci e coerenti. Questo testo presenta dunque in maniera dettagliata le strategie ed i percorsi operativi più utili per prevenire e contrastare il fenomeno bullismo, senza cadere in mode tanto promettenti quanto effimere. Dopo aver guidato il lettore nella progettazione di una politica scolastica anti-bullismo, l'attenzione viene posta a due ampie categorie di strategie: quelle preventive e quelle di intervento sulla crisi. Lungo questo percorso, 30 schede di lavoro permettono di esercitarsi nelle strategie proposte e sperimentare i principali “strumenti”. Saremo in grado di vincere la sfida del bullismo?

Giuliacci, Marilena

Vitale, Stefano

Io mi arrabbio, noi parliamo... : aggressività e vi olenza a scuola tra espressione e mediazione

Roma : Carocci Faber, 2005

127 p.

Il libro, frutto di una lunga esperienza svolta nei CEMEA del Piemonte, propone dei percorsi concreti di attività per integrare nella didattica e nella relazione educativa la problematica del conflitto e della violenza a scuola. Lo scopo è quello di mettere i ragazzi in condizione di essere attivi, di esprimere la complessità delle proprie emozioni, di sperimentare possibilità di comunicazione diversificate per favorire processi di comprensione e gestione comune dei conflitti. L'insegnante non può risolvere da solo tutti i problemi, ma sarebbe un grave errore continuare a rimuovere queste tematiche.

Il libro propone dei percorsi concreti di attività per integrare nella didattica e nella relazione educativa la problematica del conflitto a scuola. Lo scopo è quello di mettere i ragazzi in condizione di essere attivi, di esprimere la complessità delle proprie emozioni, di sperimentare possibilità di comunicazione diversificate.

Stefania Vergati

BULLY KIDS

Editore
Bonanno
Anno:2003
Pagine:310
Costo:€ 20

Il bullismo scolastico coinvolge in misura crescente preadolescenti ed adolescenti appartenenti ad ambienti socio-culturali diversi, anziché essere come in passato un fenomeno limitato a ragazzi dei ceti sociali svantaggiati.

Ambizione di questa ricerca è offrire un ’analisi del bullismo che vada al di là dei modelli psicologici per tentare -di questo che sembrerebbe un fenomeno relegato alla sfera microsociale -un’interpretazione che tenga conto anche di aspetti meso e macrosociali.

L’analisi multidimensionale dei dati, perata su un campione di 606 ragazzi, consente di scoprire i fattori sociali di rischio sottesi ai comportamenti di minorizzazione che avvengono nelle scuole, sia a livello familiare (socializzazione disadattante e stili educativi trascuranti), sia a livello organizzativo - istituzionale (anomia relazionale e anomia normativa nella scuola), e di individuare sei diversi gruppi tipologicamente differenziati di ragazzi, oltreché di rilevare la frequente e stupefacentesovrapposizione di ruoli attivi e passivi nelle azioni di bullismo.

Iannaccone, Nicola

Stop al bullismo: strategie per ridurre i comportamenti aggressivi e passivi a scuola

132 p.

Manuale che avanza una indispensabile proposta metodologica per contrastare il fenomeno del bullismo. Si rivolge in particolare agli insegnanti della scuole elementari e medie, fornendo anche suggerimenti operativi e di strumenti multimediali.

Nato da un'originale e inedita sperimentazione effettuata nella città di Milano, questo volume non si limita ad argomentare la maggiore efficacia di un approccio complesso al bullismo. Fa molto di più, avanza un'indispensabile proposta metodologica, valida soprattutto per la fascia delle pre-adolescenza, completa di suggerimenti operativi e di strumenti multimediali.

Troveranno prezioso questo volume quanti intuiscono che, proprio nella sfida al bullismo, si nasconde anche l'opportunità per far crescere una cultura scolastica basata sui valori della democrazia, della legalità e della solidarietà.

Schiralli, Rosanna

Capire gli alunni in difficoltà : piccolo manuale per gli insegnanti

Milano : F. Angeli, 2005

126 p.

E’ un manuale, corredato di schede agili e pratiche che vuol essere un aiuto per tutti quei docenti che sentono la necessità di saperne di più sui problemi, i disagi ed anche le patologie (vecchie e nuove) dei propri alunni, affinchè la scuola non si trasformi in uno sterile contenitore, ma possa diventare per tutti una palestra di incontri veri e di speranze reali.

Questo piccolo manuale (corredato di schede agili e pratiche) vuole essere un aiuto per tutti quei docenti, dalla scuola dell'infanzia alle scuole superiori, che sentono la necessità di saperne di più sui problemi, i disagi ed anche le patologie (vecchie e nuove) dei propri alunni, affinché la scuola non si trasformi in uno sterile contenitore, ma possa diventare, anche per i bambini e i ragazzi in difficoltà, una palestra di incontri veri e di speranze reali.
La lettura del testo è anche consigliata ai genitori e ad ogni operatore che collabori con le scuole.

Strocchi, Maria Cristina

Promuovere relazioni positive in classe : migliorare la comunicazione e prevenire il bullismo

Trento : Erickson, 2011

97 p.

.

Le difficoltà di relazione e di comunicazione in classe, se non colte e gestite opportunamente, possono condurre ad atti ed episodi di bullismo. Si propongono atteggiamenti e comportamenti assertivi, introducendo l’insegnamento delle abilità sociali, anche attraverso giochi di ruolo e drammatizzazioni.

È possibile sia prevenirle sia superarle attraverso un percorso di esplorazione e condivisione di emozioni e bisogni e di riflessione e discussione aperte, come quello proposto in questo libro, nelle versioni per la scuola primaria e secondaria, che mira a promuovere atteggiamenti e comportamenti assertivi, dunque nel rispetto della libertà e dei diritti sia propri sia altrui, indispensabili garanzie per una convivenza civile e costruttiva.

Di ispirazione cognitivo-comportamentale, l'itinerario parte dall'osservazione degli alunni (in classe come nei momenti di pausa) per introdurre poi l'insegnamento delle abilità sociali, anche tramite giochi di ruolo e drammatizzazioni.

Zanetti, Maria Assunta

L’alfabeto dei bulli : prevenire relazioni aggressi ve nella scuola

Gardolo : Erickson, 2007

107 p.

Questo volume presenta un intervento preventivo contro il bullismo da applicare nella scuola, basato sui principi della teoria sociale-cognitiva di Bandura da un lato e su quelli della teoria dello sviluppo morale di Kohlberg dall'altro. Si tratta di un programma di «alfabetizzazione morale», in cui ogni classe diventa gruppo di discussione centrato su dilemmi etici, ovvero situazioni di difficile soluzione che implicano il conflitto tra l'osservanza di norme giuridicosociali e il soddisfacimento di bisogni individuali.

Sotto la guida di un conduttore, la classe viene divisa in piccoli gruppi, che avranno il compito di discutere un particolare dilemma: rimanere con gli amici fino a tardi o rispettare il coprifuoco dei genitori? Cosa fare se un compagno cerca di copiare durante un compito importante? Come comportarsi se si scopre un compagno di classe mentre ruba?

Viene presentato un intervento preventivo basato sulla teoria sociale-cognitiva di Bandura e sulla teoria dello sviluppo morale di Koh lberg. Favorendo lo sviluppo del “ragionamento morale”, quest’opera si rivela uno strumento prezioso per la prevenzione e la cura del bullismo.

Di Pietro, Mario

Dacomo, Monica

Fanno i bulli, ce l’hanno con me... : manuale di autodifesa positiva per gli alunni

Gardolo (Tn) : Erickson, 2005

119 p.

A quasi tutti capita, prima o poi, di essere presi di mira da un compagno di scuola o da qualcuno più grande che, per mascherare le proprie insicurezze e debolezze, si comporta da bullo, diventando aggressivo e prepotente. Quando succede, ci si sente indifesi, spaventati e soli, e spesso si ha paura di reagire o di chiedere aiuto. Ma chi sono questi bulli? E che cosa si può fare per impedire loro di continuare a farci del male? Scritto con un linguaggio semplice e scorrevole, adatto a ragazzi tra gli 8 e i 16 anni, questo volume risponde a queste e a molte altre domande e suggerisce a tutte le vittime del bullismo dei semplici strumenti per imparare a difendersi in modo positivo.

Scritto con un linguaggio semplice e scorrevole, ad atto ai ragazzi tra gli 8 ed i 16 anni, il volume suggerisce a tutte le vittime del bullismo dei semplici strumenti per imparare a difendersi in modo positivo, per comprendere meglio il comportamento dei bulli e per affrontarli con la tattica della “non violenza”, magari parlandone con un insegnante o un genitore, oppure spiazzandoli con risposte pronte e simpatiche.

Field, Evelyn M.

Difendere i figli dal bullismo

Milano : TEA, 2005

349 p.

L'Italia oggi è al terzo posto in Europa, dietro Gran Bretagna e Francia, nella diffusione del bullismo nelle scuole e le ultime ricerche sul campo confermano che il fenomeno è in costante aumento. In prima linea in questa lotta, accanto alle istituzioni, ci devono essere anche i genitori: ed è proprio a loro che si rivolge questo libro di Evelyn M. Field, psicologa e consulente familiare australiana specializzata nella cura delle vittime del bullismo.

«Sotto l'una o l'altra forma, prima o poi, la maggior parte dei bambini subisce derisioni o altre forme di bullismo; fortunatamente i più sanno resistere e si riprendono. Tuttavia, studi recenti mostrano che spesso le vittime ne soffrono molto, e indipendentemente dal fatto che il bullo intenda davvero ferirle oppure stia solo scherzando!

Gli psicologi hanno perfezionato lo studio delle competenze comunicative ed hanno sviluppato tecniche semplici e pratiche che chiunque -bambino, adolescente, adulto - può utilizzare. L’autrice si rivolge ai genitori affermando che oggi sono molti i metodi tra cui scegliere per gestire il problema del bullismo, ma ognuno di essi dovrà usare intuito e buon senso per individuare il migliore per sè e per il proprio figlio.

Prati, Gabriele

Pietrantoni, Luca

Buccoliero, Elena

Maggi, Marco

Il bullismo omofobico : manuale teorico-pratico per insegnanti e operatori

Milano : F. Angeli, 2010

302 p.

Il volume esamina un caso particolarmente importante nei comportamenti di aggressività: quello che prende di mira l’identità sessuale (vera o presunta) di bambini e ragazzi. Un testo per genitori, operatori e insegnanti nelle fasce di età dalle scuole elementari alle superiori.

Il testo si apre con una contestualizzazione teorica del bullismo omofobico e con una rassegna di ricerche nazionali e internazionali; propone l’analisi di un caso di suicidio legato all’omofobia, cui segue una riflessione sui percorsi preventivi. Nell’ultima sezione troviamo suggerimenti di attività strutturate e giochi pedagogici ad uso di educatori e insegnanti.

Allegato al libro, un cd-rom raccoglie tutto il manuale operativo per la conduzione delle attività e un video didattico sull'omofobia.

Formella, Zbigniew

Ricci, Alessandro

Il disagio adolescenziale : tra aggressività, bullismo e cyberbullismo

Roma : LAS, 2010

180 p.

«Negli ultimi tempi il fenomeno del bullismo è stato oggetto di grande attenzione, non solo da parte degli addetti ai lavori – psicologi, sociologi, pedagogisti – ma anche di politici, amministratori locali, gente comune. Si guarda ad esso con preoccupazione, perplessità, sgomento, quasi ci si trovasse di fronte ad una generazione degenerata.
Il presente volume, curato da Formella e Ricci, trova degna collocazione in questo filone di studi offrendo conoscenze per un corretto inquadramento del bullismo nonché preziose indicazioni sul piano operativo.

Il fenomeno del bullismo è inquadrato in un contesto più ampio come quello del disagio adolescenziale; vi è esposto lo sviluppo del bullismo tradizionale sino a quello più complesso del cyberbullying. Vi sono analizzate le differenze tra bullismo e disturbo di condotta. Partendo dal concetto di disagio, vengono trattati i comportamenti aggressivi, le diverse forme di bullismo sino alle proposte operative.

Genta, Maria Luisa

Brighi, Antonella

Guarini, Annalisa

Bullismo elettronico : fattori di rischio connessi alle nuove tecnologie

Roma : Carocci, 2009

170 p.

Il bullismo elettronico (cyberbullying) è un fenomeno molto recente, studiato in ambito internazionale solo da pochi anni, che vede l'attuazione di aggressioni volontarie e ripetute nel tempo attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie di comunicazione da parte di preadolescenti e adolescenti. Lo scopo del libro è indagare le caratteristiche di questo nuovo fenomeno, esaminando i diversi fattori di rischio ad esso associati e analizzando il rapporto tra bullismo elettronico e bullismo tradizionale. Il fenomeno del bullismo elettronico viene approfondito integrando approcci metodologici quantitativi e qualitativi, utilizzando il punto di vista di discipline diverse quali la psicologia dello sviluppo, la psicologia sociale, la psicologia clinica, la pedagogia e la sociologia. Il volume costituisce uno strumento di riflessione per i ricercatori e per quanti si preparano a lavorare con adolescenti; è pensato inoltre per chi opera già nel mondo della scuola, per i genitori e i giovani che desiderino approfondire la loro conoscenza sulle forme di aggressività presenti in adolescenza.

Il testo riassume gli studi di ambiente accademico internazionale, proponendo una lettura delle caratteristiche del bullismo elettronico alla luce di diverse discipline: psicologia dello sviluppo, psicologia sociale, psicologia clinica, pedagogia, sociologia. Si rivolge a ricercatori e operatori del mondo della scuola.

Genta, Maria Luisa

Brighi, Antonella

Guarini, Annalisa

Cyberbullismo : ricerche e strategie di intervento

191 p. ; bibliografia

Milano : F. Angeli, 2013

Uno strumento utile a ricercatori, educatori, psicologi, genitori, insegnanti e adolescenti, che desiderino approfondire la propria conoscenza sulle forme di aggressività presenti in adolescenza e confrontarsi con le più nuove strategie di intervento presenti in Italia e in Europa.

La prima parte del testo propone una riflessione sull'uso positivo e negativo delle tecnologie, additandone i possibili fattori di rischio e in particolare le caratteristiche di una nuova forma di aggressione elettronica: il cyberbullismo.
Il fenomeno del cyberbullismo viene approfondito grazie ad una rassegna della letteratura più recente e riportando dati di ricerca che ne illustrano le principali caratteristiche, i suoi rapidi cambiamenti in funzione dell'evoluzione delle nuove tecnologie e le variabili ad esso maggiormente associate, attraverso approcci metodologici quantitativi e qualitativi.


La seconda parte del volume offre una panoramica europea di buone pratiche utili per confrontarsi con i problemi che l'uso del web e le condotte aggressive online oggi comportano per adolescenti e adulti, descrivendo strategie di prevenzione, linee di intervento ed esperienze scientificamente fondate che sono state condotte in Italia, Grecia, Inghilterra, Spagna e Germania.

BULLI E PREPOTENTI NELLA SCUOLA

Prevenzione e tecniche educative

 

Autore/curatore:
P.K. Smith, S. Sharp
Editore:Centro Studi Erickson
Anno:1995
Pagine:184
Costo:€ 19,30

 

Questo è un testo importante che offre un'approfondita analisi del fenomeno delle prepotenze tra compagni. Sostiene come il bullismo debba necessariamente essere affrontato con strategie operative a livelli diversi tutte coordinate nell'ambito di una "politica scolastica globale" finalizzata alla riduzione del fenomeno del bullismo.

Vengono esaminati diversi tipi di interventi orientati a particoalri ambiti della vita scolastica (intervalli, corridoio, cortile, ...). Oltre all'accurata analisi quest'opera offre anche numerosi spunti concreti per le diverse forme di bullismo: fisico, verbale, indiretto.

Iannacone, Nicola

Stop al cyberbullismo : per un uso corretto e respo nsabile dei nuovi strumenti di comunicazione

86 p. ; bibliografia + 1 CD-ROM

Molfetta (Ba) : La meridiana, 2009

Manuale multimediale che intende mettere a fuoco l’aspetto relativo all’uso/abuso dei nuovi strumenti digitali, rendendo partecipi docenti e ragazzi per educare ad un uso più consapevole e responsabile di tali innovazioni tecnologiche.

L’innovativo modello “Stop al bullismo”, il primo in assoluto che si applica al nuovo fenomeno del cyberbullismo, si basa sulla convinzione che il bullismo non sia un problema di singoli studenti, ma il risultato di un’interazione sociale, in cui gli adulti-educatori e gli spettatori svolgono un ruolo essenziale nel mantenere o modificare l’interazione.

Per questa ragione il modello di intervento qui proposto avanza un’articolata proposta di lavoro che coinvolge l’intera comunità scolastica e richiede una continuità dell’impegno.

La prevenzione e il contrasto del bullismo nella scuola per risultare efficaci non si possono esaurire con l’intervento di un esperto esterno, ma devono stimolare l’attivazione di processi educativi di cambiamento per l’intera comunità scolastica.

Ascione Maurizio

Bullismo : tutela giuridica alla luce della Diretti

va Ministeriale n. 16/2007

196 p.

Matelica (Macerata) : Halley, 2007

Disponibile per la consultazione on line su www.medialibrary.it Contiene analisi e riflessioni sull’evoluzione normativa del nostro Paese in materia di bullismo, con riferimento alle forme di tutela civile e penale esistenti. Viene anche analizzato come viene affrontato il fenomeno bullismo nel diritto internazionale e comunitario.

Bagnato Karin

Il cyberbullismo : indagine esplorativa e proposte educative

154 p. : bibliografia

Cosenza : Pellegrini , 2009

Disponibile per la consultazione on line su www.medialibrary.it Quali sono le nuove forme di bullismo? Cos'è il cyberbullismo? Quali sono i suoi punti di forza e di debolezza? Quali sono i fattori di rischio individuale e contestuale che lo favoriscono? Il libro propone anche alcuni orientamenti educativi e ri-educativi contestualizzati principalmente in ambito familiare e scolastico.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo

AteneoWeb S.r.l.

AteneoWeb è un circuito di Professionisti (dottori commercialisti, consulenti del...

Vai al profilo

Synesthesia srl

Synesthesia si occupa di Information Technology da oltre un decennio. Diamo vita alle...

Vai al profilo

Omigrade s.r.l.

Omigrade è una società nata dall’idea e dalla volontà di un gruppo di...

Vai al profilo