OLTREPASSARE /

RISERVATEZZA [1]

RISERVATEZZA [1]

05 Marzo 2021 Etica e tecnologia
Etica e tecnologia
Etica e tecnologia
share
Riservatezza ‘l’essere riservato, discreto, controllato nell’esprimersi e nel comportarsi’, proviene “dal verbo latino reservare ‘custodire (servare), mettere da parte (re-)’ – Con riferimento a cose che devono restare riservate. Nel linguaggio giuridico diritto alla non intromissione nella sfera indviduale da parte del potere pubblico o di soggetti privati

Autore: Carlo Mazzucchelli


Il contesto di riferimento 

Il contesto è quello della privacy che nella prassi quotidiana viene spesso usato come sinonimo di riservatezza. Ma privacy e riservatezza sono veramente dei sinonimi? 

Privacy deriva da private, privato, dal latino privatu(m) e privu(m) (che sta davanti, isolato), adottato anche nella lingua italiana per indicare “la vita privata di ciascuno di cui va rispettata la riservatezza”. Riservatezza quindi come diritto, come lo è la privacy. La sinonimia ha prevalso nello storytelling generale soprattutto per l’uso giornalistico che del termine è stato fatto. 

Riservatezza 

Parola che obbliga a riflettere sulla libertà e la democrazia, sul rapporto tra individuo e potere, sull’autonomia del soggetto, sul potere e sul determinismo dell’algoritmo e dei Big Data, ma anche sull’innovazione, sul nostro ruolo di consumatori e cittadini, sulle tecnologie di sorveglianza e controllo e su molto altro. 

La privacy, la riservatezza sono diritti (habeas data, habeas corpus, il diritto di ognuno di stare per conto proprio), oggi diritti negati, spariti, estorti, rubati. Diritti da difendere insieme a quello più importante, “il diritto di avere dei diritti” (Hannah Arendt). Diritti da difendere per contribuire al progresso sociale. 

Difendere privacy e riservatezza è un modo per autodeterminarsi, difendersi dalla disinformazione e dalla misinformazione, esigere la trasparenza di chi, come Facebook e altri monopolisti del Web, chiede agli utenti la massima trasparenza, chiedere riscontri e correttezza nella gestione dei nostri dati personali. E’ anche un modo, nell’era della informazione e delle piattaforme, di redistribuire il potere informativo tra proprietari-gestori e utenti. Farlo serve a contrastare e a limitare sorveglianza, controllo, abusi, sfruttamento di ciò che è privato e riservato. Unico modo per creare i presupposti di relazioni e legami sociali liberi e forti.


Non so perché le persone siano così entusiaste di rendere pubblici i dettagli della loro vita privata, dimenticano che l'invisibilità è un super potere.” - BANKSY

Affermare che non si è interessati al diritto alla privacy perché non si ha nulla da nascondere è come dire che non si è interessati alla libertà di parola perché non si ha nulla da dire.” - Edward Snowden

Privacy non significa nascondere agli altri la mia vita privata. Significa evitare che la vita privata degli altri irrompa nella mia.” - JONATHAN FRANZEN

Su Internet ho enormi riserve. Innanzitutto è un Panopticon micidiale: i carcerati sono anche i carcerieri. Chi interviene in un blog, è osservatore e osservato. I suoi gusti sono monitorati sempre.” - Daniele Luttazzi

 

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Sudformazione srl

Scuola di formazione tecnica specialistica. Ci occupiamo di formazione in materia di...

Vai al profilo

NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. - Shopping Plus

NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. opera nel mondo dell’Information Tecnology ed...

Vai al profilo

Posytron

Posytron è una Software Factory specializzata in progetti Web, Mobile, Social Media e...

Vai al profilo

Studio 361° di Michela Di Stefano

Studio 361° è un Network di professionisti del settore, uniti dalla comune passione...

Vai al profilo