OLTREPASSARE /

Tanto gentile e tanto onesta pare

Tanto gentile e tanto onesta pare

17 Giugno 2021 Etica e tecnologia
Etica e tecnologia
Etica e tecnologia
share
Dante Alighieri (Firenze, tra il 21 maggio e il 21 giugno 1265- Ravenna, notte tra il 13 e il 14 settembre 1321), è stato un poeta, scrittore e politico italiano.

[TANTO-GENTILE-E-TANTO-ONESTA-PARE]

«Tanto gentile e tanto onesta pare

la donna mia, quand'ella altrui saluta,

ch'ogne lingua devèn, tremando, muta,

e li occhi no l'ardiscon di guardare.

Ella si va, sentendosi laudare,

benignamente e d'umiltà vestuta,

e par che sia una cosa venuta

da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi sì piacente a chi la mira

che dà per li occhi una dolcezza al core,

che 'ntender no la può chi no la prova;

e par che de la sua labbia si mova

un spirito soave pien d'amore,

che va dicendo a l'anima: Sospira.»

 

Tanto gentile e tanto onesta pare è un sonetto di Dante Alighieri contenuto nel XXVI capitolo della Vita Nova, la prima opera di attribuzione certa a Dante.

Tale sonetto è un prosimetro, ossia un genere letterario in cui vengono alternati prosa e versi , ed è stato dedicato completamente alla vita di Beatrice, una donna di cui Dante era innamorato ,che morì in giovane età.

Ella era per Dante fonte di ispirazione ed infatti, non viene descritta fisicamente ma, viene descritta nella sua versione di donna angelo ,salvezza umana e rappresentazione divina .

Il sonetto è composto da due quartine con rima incrociata avendo lo schema: A-B-B-A , e due terzine con rima invertita avendo lo schema: A-B-C C-B-A. Inoltre ogni strofa contiene le parole chiave che sono <<Pare, Par, Mostrasi e Par>> , che hanno il significato di << Appare, si mostra o si fa vedere >>.

Anche le due parole iniziali Gentile e Onesta hanno un significato diverso rispetto a quello attuale. Gentile viene inteso come simbolo della nobiltà d'animo, Onesta invece bisogna intenderla come piena di decoro e , di dignitosa bellezza. Denotando modi e atteggiamenti composti . La parola donna invece , dal latino DOMINA , va inteso come padrona. Quindi padrona del cuore di Dante.

Per quanto riguarda il termine VESTUTA , esso è un esempio di sicilianismo, incluso nella poesia in onore del cenacolo di poeti riuniti attorno alla corte di Federico II di Svevia, re di Sicilia, re di Gerusalemme e sovrano del sacro Romano impero.

Nei due capitoli precedenti Dante ha avuto un sogno premonitore che gli annunciava la morte di Beatrice. Egli infatti vede nel sogno Beatrice accompagnata da Giovanna detta Primavera e, dà a questo sogno un significato simbolico evangelico perché, in Giovanna vede San Giovanni Battista, colui che ha preceduto Gesù. In Beatrice invece vede la raffigurazione della Madonna e di Cristo, intermediari che intercedono per arrivare a Dio. Nell'ultima terzina infatti, parla di uno spirito soave pieno d'amore, che suggerisce all'anima di sospirare.

Questo perché nel mondo antico si riteneva che l'anima fosse l'ultima cosa che fuoriesce dal corpo e ciò, viene provocato da una soffio che viene visto dal poeta, come quell'attimo in cui l'uomo muore e la sua anima raggiunge Dio.

PARAFRASI: La mia donna sembra tanto nobile e tanto onesta quando saluta la gente. Che chiunque riceva il suo saluto, colto da un profondo turbamento ,simile a quello che si prova di fronte a qualcosa di Divino, ammutolisce e non osa alzare gli occhi per guardarla. Lei avanza , sentendosi lodare, rivestita di umiltà con un atteggiamento dolce, e sembra che sia una cosa venuta dal cielo per mostrare un miracolo. Si mostra così bella a chi la contempla, che attraverso gli occhi infonde nel cuore un sentimento di dolcezza, che non può capire chi non la prova in prima persona.

E sembra che dal suo volto si effonda un soave spirito colmo d'amore, che dice all'anima: SOSPIRA.

Autrice

Rosalia Rossella Matanza (Mazzarino, 12/02/1989) .

Vivo in Sicilia e mi sono diplomata al liceo Psicopedagogico Giovanni Falcone.

Ho iniziato la mia attività di scrittrice nel 2019 con: "La Chiave Magica e la Luna Blu" anche se, sin da quando ero bambina ,amavo scrivere racconti e cortometraggi.

Nel 2020 torno con una nuova opera , La Chiave Magica e le 13 Rose Nere e attualmente , oltre a lavorare al mio terzo libro, ho intrapreso anche un nuovo progetto come Youtuber.

Per concludere vi posso dire che, mi definisco una persona: curiosa, testarda , timida e molto fantasiosa.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Temovo

Siamo un’azienda italiana che guarda al business in maniera internazionale. Ci...

Vai al profilo

Fingerlinks

Siamo una startup tecnologica estremamente dinamica. Ci occupiamo di system...

Vai al profilo

Posytron

Posytron è una Software Factory specializzata in progetti Web, Mobile, Social Media e...

Vai al profilo

Move On

Film al cinema è un applicazione sviluppata da Move On (www.moveon.it) azienda...

Vai al profilo