Tabulario /

👩‍🚒️👩‍🚒️ Nel Labirinto Coronavirus

👩‍🚒️👩‍🚒️ Nel Labirinto Coronavirus

01 Aprile 2020 Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
share
Qual è la via migliore per lasciare il labirinto rizomatico delle zone del contagio?

Per scoprirlo meglio cominciare a eliminare quelle che non portano da nessuna parte!

“Stavo pensando – disse Alice – qual è la via migliore per uscire dal bosco? Sta facendo buio. Me lo direste voi, per favore?” (L. Carrol).

E oggi qual è la via migliore per lasciare il labirinto rizomatico delle zone del contagio? Per scoprirlo meglio cominciare a eliminare quelle che non portano da nessuna parte! 

Mi muovo in orizzontale o in verticale, sulla destra o sulla sinistra? Se stessimo fermi al centro o girassimo su noi stessi? Nessuno ha risposte certe, siamo tutti stralunati. Come Alice! 

E se disorientati lo fossimo già, alla ricerca di nuove strade pur nella loro inesistenza? E se ci fossimo semplicemente acquattati sul fondo di mondi virtuali in attesa di tempi migliori? 

E’ giunto il tempo di mettersi in cammino, alla ricerca di nuova consapevolezza: di sé stessi, degli altri, del mondo, della realtà. La via d’uscita esiste, forse più d’una. Bisogna cercarsela per proprio conto, saperla cercare, trovare, varcare! Se non la si trova si fa la fine del pesce nella rete! 

Siamo tutti immersi in labirinti mentali, emotivi e reali. Per mettersi in viaggio: (ri)conoscere sé stessi, riflettere esplorando, cercare la via di uscita accettando i rischi collaterali.

Se non si esce la conoscenza acquisita sarà utile per altre fughe.

 


 

 

Il ballo del potere (Battiato)

Ti muovi sulla destra poi sulla sinistra

Resti immobile sul centro

Provi a fare un giro su te stesso, un giro su te stesso.

You miss me and I miss you

Fingi di riandare avanti con un salto,

Poi a sinistra con la finta che stai andando a destra,

Che stai andando a destra.

You miss me and I miss you

Poi si aggiungono i pensieri

Con un movimento indipendente dalla testa, dalle gambe

Con un movimento dissociato dalla testa, dalle gambe.

I Pigmei dell'Africa, si siedono per terra

Con un rito di socialità,

Tranquilli fumano l'erba.

The circle symbolizes T'ai Chi which is formless and above duality.

Here it is manifesting itself as the progenitor of the universe.

It is divided into Yin (the dark) and Yang (the light) which signify

The negative and positive poles.

Pairs of opposites, passive and active, female and male,

Moon and Sun.

Gli aborigeni d'Australia si stendono sulla terra,

Con un rito di fertilità

Vi lasciano il loro sperma.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo

Aidilab srl

Nata nel 2010 come startup dell’Interaction Design Lab (IDA) dell’Università di...

Vai al profilo

NeaLogic

NeaLogic è specializzata nella realizzazione di soluzioni mobile compatibili con...

Vai al profilo

D'Uva Workshop

E' un'azienda che produce audioguide, videoguide, totem multimediali, applicazioni e...

Vai al profilo