Tecnologia e applicazioni /

LA NUOVA SCIENZA DEL RISCHIO

LA NUOVA SCIENZA DEL RISCHIO

14 Novembre 2020 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - "Non so se è più rischioso vivere in questo 2020 piuttosto che in altri anni precedenti, certo è che l’accelerazione tecnologica, secondo alcuni, viaggia più veloce della capacità di apprendimento umana e quindi dobbiamo capire in fretta quali devono essere le nostre priorità per il futuro”.

La migliore previsione del futuro è quella che non si realizza

Il libro La nuova scienza del rischio. L’arte dell’immaginazione della difesa e della protezione di Federica Spampinato è pubblicato da Guerini & Associati


L’umanità ha affidato per millenni la propria sopravvivenza, sicurezza e protezione agli oracoli. È stata poi la matematica a ereditare la capacità di predire, affidandosi al «calcolo delle probabilità», ausilio universale al modello decisionale. Tutt’oggi vengono determinate le sorti in ambito aziendale, sociale e organizzativo a partire da questa formula del calcolo del rischio elaborata nei secoli scorsi. E questo è in grado di tutelarci? Ci sta davvero proteggendo da disastri ecologici, sanitari, aziendali, sociali? La storia ci sta dicendo che occorrono un’altra visione e altri metodi.

CONSIGLIATO PER TE:

Fanta-Scienza

La nuova scienza del rischio è un viaggio che parte dall’«apocalisse», cioè dall’accettazione della fine, per raccontare la storia del nuovo paradigma della scuola di pensiero di KELONY®. Un modello matematico post-probabilistico che rimette l’uomo al centro del processo decisionale, affinché possa agire nel migliore dei modi, anche nelle peggiori condizioni possibili. Per farlo, nobilita l’immaginazione come scudo imprescindibile della difesa e della protezione, e introduce nuovi algoritmi e protocolli operativi testati in diversi Paesi europei a partire dalla già nota Cindynics, la Scienza del Rischio, disciplina francese comparsa alla fine degli anni Ottanta. In definitiva, la diffusione di una nuova grammatica del rischio consente di effettuare previsioni talmente corrette da non verificarsi mai, contribuendo a costruire una società più consapevole, in grado di pensare alla protezione dell’essere umano al di là di ogni logica di profitto, sia all’interno dell’ambiente civile, sia all’interno delle aziende e delle organizzazioni.


 

Federica Spampinato guarda all’essere umano e alla tecnologia, privilegiando il primo. Studia giornalismo e comunicazione, prima, e filosofia del digitale, poi. Fonda la casa di produzione audiovisiva OEJ Agency - Film e Media, di cui oggi è amministratore delegato e senior executive producer. Direttrice del Circular Media NOOS TV, è autrice di prodotti editoriali di divulgazione, format di audiovisivi e di gamification nel settore humanities and technologies. Co-fondatrice del network nazionale Media Literacy Education Italia, che ha la missione di portare nelle scuole, nelle aziende e nelle organizzazioni una pratica etica e un pensiero critico su approcci e utilizzi della tecnologia. È formatrice sul tema del digitale, degli audiovisivi e della media literacy education. Ha incontrato la Risk Culture nel 2019 e ha intrapreso un percorso di ricerca nel settore della Cindynics. La nuova scienza del rischio è il suo primo libro.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Hello-Hello LLC

Hello-Hello is an innovative language learning company that provides state-of the art...

Vai al profilo

New Amuser s.r.l.

Software developer, sono laureato in informatica curriculum " Sistemi e Reti...

Vai al profilo

Posytron

Posytron è una Software Factory specializzata in progetti Web, Mobile, Social Media e...

Vai al profilo

Move On

Film al cinema è un applicazione sviluppata da Move On (www.moveon.it) azienda...

Vai al profilo