MONDO [1]

08 Aprile 2021 Etica e tecnologia
Etica e tecnologia
Etica e tecnologia
share
móndo s. m. [lat. mŭndus (voce d’incerta origine), che designò dapprima la volta celeste e i corpi luminosi che la popolano, poi la Terra e i suoi abitanti, assumendo poi, nel linguaggio della Chiesa, anche un sign. più ristretto, di «mondo terreno» in contrapp. al cielo]. – 1. L’universo, come totalità di tutte le cose create ed esistenti. 2. La Terra, il globo terrestre. (Estratto dall’Enciclopedia Treccani)

[mon-do] 

Io sono il mondo e il mondo è in me. Noi siamo il mondo e il mondo è in tutti noi.

Questo è ciò che ho imparato da un sogno fatto qualche notte fa. Perché, molto spesso, una singola passeggiata nelle vaste distese fantastiche della dimensione onirica riesce ad essere molto più eloquente di mille discorsi eruditi, tenuti da severi burocrati o da austeri professori.

OLTREPASSA CON NOI
➡️ Linkedin ➡️ Facebook 
➡️ instagram ➡️ twitter

Mi ero appena assopito nel letto, quando fui colto da una strana sensazione: mi sembrava, infatti, che il mio corpo si facesse sempre più leggero e che lentamente ma inesorabilmente si sollevasse dalle lenzuola. Allora sbattei le palpebre in preda alla confusione, ma invece del rassicurante soffitto intonacato della mia camera, dinanzi ai miei occhi si aprì l’immensità del cielo stellato.

L’universo, in tutto il suo splendore, si spandeva in ogni direzione ed io avevo come l’impressione di fluttuare con un movimento circolare attorno ad un superbo astro brillante, intorno al quale una miriade di oggetti celesti sembrava danzare sospesa nel vuoto siderale. Mi pareva proprio di osservare una schiera di eterei servitori intenti a rendere omaggio al trono d’oro di un sovrano splendente.

Inoltre, sentivo sulla mia pelle uno strano formicolio che da principio non riuscii bene a identificare, ma che infine con grande stupore compresi. Ciò che percepivo era l’essenza stessa della vita che proliferava in lungo e in largo sul mio corpo! Potevo avvertire chiaramente l’esistenza di miliardi di esseri che nascevano, vivevano e morivano su di me, come se io fossi tutto il loro mondo.

Come se io fossi la Terra divenuta di colpo cosciente della presenza degli esseri umani!

Proprio mentre la consapevolezza di quanto appreso si faceva largo a fatica in questa imperfetta mente mortale, mi risvegliai di soprassalto nel mio letto. Niente nella mia stanza era mutato, eppure quel miscuglio di strane e indescrivibili sensazioni non accennava ad abbandonarmi. 

La bellezza del mondo è una lama a doppio taglio, uno di gioia, l'altro d'angoscia, e taglia in due il cuore.” VIRGINIA WOOLF
Ansimando, mi trascinai fino alla finestra e la spalancai. In quello stesso istante, il Sole sorse oltre la linea dell’orizzonte illuminando con i pallidi raggi del mattino l’ambiente circostante. Ma quali diabolici orrori si pararono allora dinanzi ai miei occhi!

La grande città nella quale vivevo mi appariva improvvisamente aliena e irriconoscibile. I profili dei palazzi che avevo imparato col tempo così bene a conoscere sembravano adesso contorcersi tumultuosamente su sé stessi, come innumerevoli pustole infette.

L’aria era colma di stomachevoli miasmi provenienti da tetre fabbriche grigiastre e una maligna pioggerella giallastra cadeva incessantemente su quello squallido paesaggio urbano, straziando le poche piante che ancora si ergevano stoicamente di fronte all’implacabile avanzata dell’industria.

A quel punto mi sentii mancare e tremando scivolai lentamente a terra. Dopo qualche istante di smarrimento scoppiai a piangere perché finalmente compresi che infierendo sul mondo stavamo uccidendo noi, stavamo uccidendo me!

 

Autore

Michele Mattei

Nato a Tivoli nel 1994, dopo il diploma di maturità scientifica si è laureato in Comunicazione Pubblica e d'Impresa e in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo presso la facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza".


Appassionato di storia e aspirante giornalista, svolge attualmente attività di consulenza presso clienti pubblici e privati.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


DidApp

App didattiche per la prevenzione dei disturbi dell'apprendimento

Vai al profilo

Third Millenium

Software house dedicata allo sviluppo di App per il mondo mobile

Vai al profilo

Jekolab Srl

JekoLab, un laboratorio creativo Fondata a Torino nel 2011, JEKOLAB è specializzata...

Vai al profilo

Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo