Filosofia e tecnologia /

Da Platone all’intelligenza artificiale: il problema mente-corpo

Da Platone all’intelligenza artificiale: il problema mente-corpo

06 Giugno 2021 Interviste filosofiche
Interviste filosofiche
Interviste filosofiche
share
Il "problema mente-corpo" è uno dei più importanti e indagati da sempre (oggi vi si dedica un intero settore della filosofia: la filosofia della mente) poiché, in sostanza, è il problema della nostra natura e quindi anche del destino di ogni essere umano. Nel discutere di tale problema non ne va della struttura dell'atomo o della realtà dei numeri, ma di noi stessi

Il problema mente-corpo. Da Platone all’intelligenza artificiale” è il libro che Marco Salucci, cultore della materia presso l’Università di Firenze, ha  pubblicato con la casa editrice thedotcompany. Un libro che è servito all'autore a configurare un grande affresco storico-filosofico (dal dualismo di Platone, a quello di Cartesio, ecc.) sulle evoluzioni di una riflessione filosofica che da sempre appassiona e coinvolge numerosi pensatori, non solo filosofi: il rapporto mente-corpo.

Nella sua parte analitica il testo di Salucci ripercorre numerose teorie sul tema per sottolineare come nessuna teoria fin qui sviluppata sul rapporto mente-corpo rappresenti una soluzione definitiva e al contempo per evidenziare i punti deboli e le contraddizioni che hanno prodotto spesso più problemi che soluzioni.

Il tema trattato da Salucci nel suo libro è tanto più interessante quanto più lo si contestualizzi nell'evoluzione delle intelligenza artificiale attuale. Il rapporto mente corpo può essere visto come l’interazione tra due ambiti o regni comunicanti. Due regni dentro un sistema integrato con integrata una funzione di traduzione e scrittura. E' da  questa visione che nasce l’idea di una Intelligenza Artificiale Generale capace di duplicare ogni funzione umana. Ma forse la mente non è una semplice funzione meccanica del cervello, forse non è riducibile a un algoritmo o a componenti software computazionali. Se fosse così una intelligenza artificiale potrebbe essere in grado di operare delle generalizzazioni e, grazie alla capacità di apprendere, di attraversare livelli e domini diversi di conoscenza e soluzione dei problemi. Ma non potrà mai duplicare la mente umana e la sua complessità. Forse. 

Del libro di Salucci sul problema mente-corpo hanno discusso con l’autore Alberto Peruzzi e Andrea Sani in un recente evento online promosso dalla Biblioteca delle Oblate di Firenze, ora disponibile sul canale Youtube della biblioteca stessa. L’evento fa parte di un ciclo di incontri organizzato dalla Società filosofica sezione di Firenze

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Mobijay

Produzione app per dispositivi mobili

Vai al profilo

Engitel

Engitel è una digital company che si occupa di Web e Mobile sin dal 1995. Realizza...

Vai al profilo

Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo

Appspa - Sviluppo App Personalizzate

Sviluppiamo l'app personalizzata per il tuo business! L'app che realizzeremo per te ti...

Vai al profilo